logofriedman copia

press01

Ufficio Stampa

“Successivamente alla pubblicazione del ‘Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e il bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021’, è previsto un ulteriore aumento del Preu sugli apparecchi da intrattenimento, andando a sostituire quello già previsto nella citata manovra per il 2019, che prevedeva “solo” un inasprimento dell’1,35%. “Al comma 1051 dell’articolo 1 della legge 30 dicembre 2018, n. 145, le parole ‘di 1,35 percento per gli apparecchi di cui alla lettera a)’ sono sostituite dalle parole ‘di 2,00’ per gli apparecchi di cui alla lettera a)”. Una manovra che, con il gettito prima in aumento e poi in discesa entro un anno, avrà come effetto quello di danneggiare le casse dello Stato e il fallimento di molte imprese con il successivo licenziamento dei dipendenti, favorendo solo la criminalità organizzata”. Così Alessandro Bertoldi, Direttore esecutivo dell’Istituto Milton Friedman, sulla modifica della Manovra del Bilancio sugli apparecchi da intrattenimento.

Privacy Policy Cookie Policy