logofriedman copia

press01

Ufficio Stampa

Il Consiglio direttivo dell'Istituto Friedman riunitosi nella mattinata ha discusso la questione della crisi catalana. Della questione se ne occuperà anche il Comitato scientifico dell'Istituto al quale è stato demandato il compito di studiare una proposta legislativa volta a dare una possiible soluzione alla crisi. Al termine della riunione è intervenuto Gabriele Giovannetti, Segretario dell'Istituto: "La crisi catalana ha una dimensione nazionale e per noi resta una questione interna della Spagna. Vogliamo però mettere le nostre competenze e le nostre esperienze al servizio della comunità spagnola per riuscire a trovare una soluzione condivisa al cortocircuito istituzionale. Era inevitabile che si arrivasse all'applicazione dell'art. 155. Tutte le illegalità devono essere fermate. Ora però è ancor più importante riavviare il dialogo tra le forze politiche e sociali al fine di raggiungere, in breve tempo, un compromesso il quanto più ampio possibile. Le ripercussioni economiche, politiche e umane che la Catalogna e la Spagna stanno subendo non possono continuare. Molte sono le realtà territoriali europee che come la Catalogna hanno avuto forti spinte indipendentiste, ma che inquadrate in quadro istituzionale autonomo e con adeguate risorse finanziarie sono riuscite a crescere e a pacificarsi. Nelle prossime settimane è nostra intenzione organizzare un incontro pubblico su questo tema."

Privacy Policy Cookie Policy